cattedrale della risurrezione a évry

La cattedrale della Resurrezione è stata costruita tra il 1992 ed il 1995 dall'architetto svizzero Mario Botta. E' dedicata a San Corbiniano, nato nei pressi di Évry nel 680, evangelizzatore in Baviera. E' costata 13 milioni di euro.

Allocuzione di Giovanni-Paolo II (22 Agosto 1997)

Ha la forma di un cilindro spezzato di 38 m di diametro culminante a 34 m. i muri sono ricoperti di 800.000 mattoncini che formano dei disegni geometrici. La vetta è cinta da ventiquattro tigli, che simbolizzano la vita. Il campanile metallico fissato alla sommità racchiude 5 campane. La cattedrale è unita ad un insieme di edifici che hanno la forma di un chiostro.

La navata è un cilindro verticale di 29 m di diametro rivestita di mattoncini. Il pavimento è ricoperto da granito nero. Le aperture vetrate, tra il tetto e i muri, consentono un'illuminazione naturale in verticale.

Dietro al coro una vetrata simboleggia un albero. L'altare in marmo riposa su di una colonna sostenuta dalla cripta. Al di sopra, il Cristo è stato realizzato in Tanzania agli inizi del 20esimo secolo. All'ingresso del coro, il fonte battesimale di marmo consente il battesimo per immersione. E' sovrastato da una statua in legno della Vergine Maria del 16esimo secolo. A destra, la cattedra, il trono del vescovo, è valorizzato da un decoro in mattonato. Una statua di bronzo rappresenta S. Corbinien. Sulla scala che conduce al coro, il Cammino della Croce è costituito da tre pannelli di legno pietrificati provenienti dall' Arizona.

La "Cappella del Giorno", di forma ottagonale, permette la celebrazione di cerimonie più intime. Situata sotto al coro, la cripta contiene ventiquattro tombe destinate ai vescovi d'Évry.